Ginnastica Artistica

La ginnastica artistica é uno sport che migliora la flessibilità; la coordinazione e la potenza muscolare, aiuta a mantenere un’ampia mobilità articolare nel corso degli anni. Tonifica e rinforza tutta la muscolatura articolare in modo uniforme.
Nonostante si verifichi un aumento, non eccessivo, della massa muscolare, con la pratica della ginnastica artistica si acquista velocità di esecuzione ed elasticità.

Le componenti essenziali di questa disciplina sono la dinamicità e la reattività. Sia gli arti superiori sia gli arti inferiori vengono potenziati, a seconda dell’attrezzo utilizzato.
La ginnastica artistica fortifica il carattere. Per quanto concerne l’aspetto mentale, aiuta migliorare l’attenzione e la concentrazione. Durante l’esecuzione di alcuni gesti tecnici infatti, é fondamentale non distrarsi mai.
Questo sport, per la complessità dei movimenti che richiede, favorisce un controllo del proprio organismo.
Il più grande beneficio che la pratica di questa disciplina comporta é quello di insegnare a non abbattersi di fronte alle difficoltà e sforzarsi di superare le difficoltà stesse.
I momenti di sconforto devono essere superati con rapidità, in modo da recuperare quell’entusiasmo che rappresenta la molla per compiere progressi sotto il profilo tecnico.
In campo femminile sono 4 le specialità della ginnastica artistica: trave; volteggio; parallele asimmetriche; corpo libero. Ogni esercizio é di libera composizione.
Tutti devono avere la durata massima di un minuto e mezzo. Gli esercizi a corpo libero sono accompagnati da un motivo musicale.
Gli attrezzi maschili olimpici sono sei: corpo libero, cavallo con maniglie, anelli, volteggio, parallele simmetriche, sbarra.
Il trampolino può essere usato come attrezzo propedeutico sia dai maschi che dalle femmine, ma non è un attrezzo olimpico, poiché esiste una disciplina olimpica a sè, il trampolino elastico, che utilizza tale attrezzo.

Istruttrici: Loredana Guerriero